Skip to main content

"Carnevale di mille colori"

18 Febbraio 2015

31Il termine “Carnevale” deriva da “carnem levare”, cioè “abolire la carne”: anticamente si riferiva al banchetto d’addio alla carne che si teneva subito prima della Quaresima, periodo di digiuno. Le origini si perdono nella notte dei tempi e in Italia questa festa è stata celebrata per secoli.

Durante il Carnevale vige la più assoluta libertà e tutto è lecito: i rapporti sociali divengono spontanei e liberi. Il singolo, grazie alla maschera, si spoglia della sua individualità per fondersi e confondersi nel vortice gioiosa della festa.

Il Carnevale è per eccellenza la festa dell’allegria e del divertimento, dunque è molto amato dai bambini che in questo periodo possono dare libero sfogo alla fantasia creando addobbi, maschere e costumi. Il momento del travestimento è particolarmente atteso, perché offre al bambino la possibilità di superare inibizioni e timidezze e lo rende libero di esprimere aspetti nascosti del suo carattere.

26In occasione di tale festività l’intero istituto ha svolto, in questi giorni, il progetto: “CARNEVALE DI MILLE COLORI” ideato per rendere il bambino “vero protagonista” nell’esperienza educativo-didattica.

Gli alunni hanno assunto un ruolo attivo in ogni fase progettuale. Partendo dalla conoscenza di alcune maschere tradizionali e moderne hanno avuto l’occasione di identificarsi in personaggi diversi vivendo un clima gioioso, scherzoso e festoso. Si sono divertiti a costruire mascherine, a ballare danze tipiche del Carnevale e a cantare varie canzoncine. Inoltre si sono cimentati, il giorno 16 febbraio, in attività culinarie durante le quali hanno preparato un dolce tipico carnevalesco: “il dolce Arlecchino”.27

Ecco alcuni “traguardi di sviluppo” che l’equipe pedagogica ha inteso raggiungere attraverso lo svolgimento di questo progetto coinvolgendo tutti i cinque “campi di esperienza” :

“il sé e l’altro”

  • lavorare in modo costruttivo e creativo in gruppo;
  • vivere con gioia e allegria la festa di Carnevale;
  • star bene a scuola, scherzando e divertendosi con i compagni nel rispetto delle regole.

“Il corpo e il movimento”

  • Esercitare le potenzialità sensoriali ed espressive del corpo;28
  • acquisire destrezza nei giochi guidati;
  • esplorare, vivere e percorrere lo spazio.

“Linguaggi, creatività, espressioni”

  • Esplorare i materiali a disposizione e utilizzarli con creatività;
  • ideare, progettare e realizzare maschere e costumi per ilCarnevale;
  • comunicare emozioni attraverso il linguaggio pittorico;

“I discorsi e le parole”

  • Ascoltare e comprendere narrazioni ispirate al Carnevale;
  • verbalizzare le proprie emozioni utilizzando ul linguaggio adeguato;
  • memorizzare brevi poesie ispirate alla festa di Carnevale.

30

 

“La conoscenza del mondo”

  • Riflettere e discutere sul significato della festa di Carnevale.

 

{gallery}articoli_fotografie/2015_02_18_Carnevale_di_mille_colori/slideshow:300:210:1:0{/gallery}

 

A conclusione dell’intero percorso è stata organizzata una festa in maschera, suddivisa in vari laboratori ludici gestiti dagli animatori.

 Guarda il post sulla pagina Facebook dell'Istituto "La Gioiosa"